Insieme in immersione

Importante e significativa manifestazione promossa da HSA ITALIA (Handicapped Scuba Association International) con la collaborazione dei Palombari e degli Incursori del Raggruppamento Subacqueo “Teseo Tesei” della Marina Militare Italiana “COMSUBIN”. 

 

Disabilità e Subacquea: un binomio troppo spesso segnato da pregiudizi mentali che precludono alle persone disabili di realizzare il desiderio di immergersi alla scoperta di splendidi fondali marini.

CESENA IN BLU ONLUS continua a profondere il suo impegno a favore dei disabili con l’obiettivo di abbattere tali barriere e di consentire a tutti di immergersi sicuri nel blu per provare quell’emozione unica di lasciarsi trasportare senza peso attraverso le meraviglie sommerse.

È un viaggio, quello intrapreso da CESENA IN BLU ONLUS, all’insegna dell’aggregazione e dell’inclusione sociale che ha condotto i subacquei disabili ad una meravigliosa ed emozionante esperienza dal titolo “Insieme in Immersione”.

Un’importante e significativa manifestazione promossa da HSA ITALIA (Handicapped Scuba Association International) con la collaborazione dei Palombari e degli Incursori del Raggruppamento Subacqueo “Teseo Tesei” della Marina Militare Italiana “COMSUBIN” che si è svolta venerdì 27 luglio 2012 nelle acque antistanti il borgo storico di Porto Venere, in Liguria; uno degli scenari marini più belli e incantevoli d'Italia inserito fra i patrimoni dell'umanità dall'Unesco.

Una giornata molto speciale fatta di mare, di subacquea, di amicizia e di divertimento che ha segnato con forza il ricordo dei 120 subacquei in immersione ma che, con altrettanta forza, vuole imprimere nella coscienza sociale il valore della solidarietà e dell’integrazione.

CESENA IN BLU ONLUS desidera esprimere un particolare ringraziamento ad ASSIPROV, AROUND SPORT, NEXTMEDIA e DIVING MARLIN TREMITI che, grazie al generoso sostegno, hanno reso possibile il cammino fin qui svolto dall’Associazione.

Un particolare ringraziamento è rivolto alla Dott.ssa Dalila Zoffoli, Responsabile del CENTRO IPOVISIONE dell’UO di Oculistica dell’AUSL di Cesena, alla Sig.ra Mariateresa Tartaglia, coordinatrice delle ortottiste, e alla Dott.ssa Cristina Dragone, psicologa a sostegno dei pazienti non vedenti e ipovedenti, che con forza e impegno hanno sostenuto il progetto di coinvolgimento di persone disabili, ipovedenti e non vedenti, nell’attività subacquea dal titolo “TOCCARE IL MARE”.

Nella certezza che anche attraverso queste iniziative si possa stimolare e suscitare sempre maggiore interesse verso le diversità, CESENA IN BLU ONLUS, che sente forte il senso di appartenenza alla città in cui è nata e alla quale ha dedicato parte del suo nome, auspica che la città tutta e le sue istituzioni possano contribuire a far crescere La subacquea insieme all’insegna della solidarietà e dell’integrazione.